Terre Federiciane     Torna Indietro  Torna Indietro

terre di federico


Un giovane dotato di spiccata intelligenza, elegante e discreto... uomo geniale, ricco di intuito e fascino. Non stiamo parlando di un divo moderno, ma di un Imperatore vissuto 800 anni fà: Federico II di svevia, sovrano del Sacro Romano Impero e Re di Germania e Sicilia. In Puglia questo personaggio è molto amato e il suo nome è legato, in modo diverso, ad ogni cittadina del nostro territorio. Federico II nacque il 26 dicembre 1194 a Jesi; figlio di Enrico di Hohenstaufen e di Costanza d'Altavilla, già orfano a soli quattro anni di entrambi i genitori, ereditò sia l'Impero che il Regno di Sicilia. Gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza, determinanti nel forgiare la sua complessa e straordinaria personalità, Federico li trascorse a Palermo, capitale del regno normanno e sede di un emirato arabo, in cui si erano intrecciate razze, religioni e culture diversissime.

Divenuto adulto sposò Costanza d'Aragona e sconfisse in Germania l'usurpatore Ottone IV di Brunswick ripristinando pace ed ordine attraverso la riorganizzazione dello stato. Nel marzo 1221 il re visitò per la prima volta la Puglia, terra ricca di boschi, fiumi e testimonianze artistiche e da quel momento si innamorò di questa terra. Nei successivi trent'anni Federico fece costruire in Puglia fortificazioni, sontuosi palazzi e residenze estive che tuttora imprimono un carattere inconfondibile al paesaggio, costituendo una parte significativa del patrimonio artistico della regione.

Tra le città amate ricordiamo LUCERA, a pochi chilometri da Foggia, verso il preappennino Dauno. Qui su un colle sorge il castello eretto da Federico nel 1233. Esso è forse la più grande fortezza di Puglia con una cinta muraria di ben 900 metri e tutta la città divenne all'epoca centro del sistema strategico federiciano oltre che una delle più fiorenti del sud-Italia.

Federico II di Svevia,aveva molto a cuore anche la città di VIESTE, sul promontorio all' estremità orientale del Gargano, di cui rinforzò le difese del castello, rendendolo una fortezza inespugnabile, essendo stata più volte sottoposta ai saccheggi saraceni. L'antico nucleo del paese ha conservato attraverso i secoli l'aspetto tipico dell'alto medioevo con tortuose vie a sali scendi.Nella sua parte più alta si trovano ancora la Cattedrale e il poderoso castello innalzato nel 1220 da Federico.

Oggi il nome di Federico II viene collegato molto spesso al suggestivo CASTEL DEL MONTE, dalla forma ottagonale, considerato uno degli edifici più particolari tra quelli commissionati dall'imperatore ed una delle principali mete turistiche di Puglia, dove tuttavia l'imperatore non soggiornò mai.

Sarebbero da ricordare parlando di federico II anche le città di TRANI, CANOSA, ALTAMURA, BARI, BARLETTA, SPINAZZOLA, GRAVINA, BITONTO... ma non basterebbe un sito intero... poichè tutto il territorio è stato permeato dalla presenza di questo imperatore.

Nel 1223, infatti,  la capitale del regno fu trasferita da Palermo a Foggia, poiché la posizione geografica assegnava alla Puglia un ruolo strategico anche rispetto ai territori dell'impero, aprendola agli scambi commerciali e culturali con l'opposta sponda adriatica e con i porti dell'Oriente e favorendo la fusione fra le diverse culture, lo studio di nuove discipline ed attività, sia artistiche che scientifiche: dalla musica alla poesia, dalla matematica all'astronomia, dalle scienze naturali alla filosofia.