ecoturismo


L'ECOTURISMO consiste in viaggi che non danneggiano l'ambiente. Si tratta di una nuova forma di turismo eco-compatibile e di turismo verde. La Ns. Agenzia, sensibile alla protezione dell'ambiente, in questa sezione proporrà escursioni ed interessanti itinerari per quanti amano la natura.


Dal 10 Aprile 2009 al 17 Aprile 2009
GARGANO E PELLEGRINAGGIO DI SAN MICHELE

(Traversata del Gargano, dalle foreste al mare, seguendo le antiche tradizioni della Puglia)


Spettacolare traversata del Parco Nazionale del Gargano in un itinerario inedito che collega il mare con le foreste dell'interno, toccando tutti gli aspetti più importanti di questo promontorio: naturalistici, storici e delle antiche tradizioni popolari.Il viaggio parte da Vico del Gargano il giorno del Venerdì Santo per poter assistere a uno dei riti pasquali più suggestivi e autentici d'Italia, una processione cantata, famosa per il "Miserere" polifonico.

 

Si inizia il cammino verso i magici boschi di faggio della Foresta Umbra, si scende poi a Vieste, arroccata sul mare con i suoi vicoli e le sue case bianche, si risale verso l'interno fino a una masseria dove vive un pastore che produce il suo formaggio caciocavallo podolico ancora sul focolare, con gli strumenti della tradizione, e ne assaggeremo i prodotti scoperti e valorizzati anche da Slow Food.


Si scenderà poi nuovamente sul mare, per scoprire Vignanotica, la spiaggia più bella del Gargano con faraglioni e grotte marine da esplorare e una bianca scogliera sotto la quale si troverà riparo per la notte. Dal mare si risalirà poi in due giorni verso Monte Sant'Angelo, una delle principali capitali spirituali dell'antichità, meta di pellegrinaggio fin dal VII secolo insieme a Roma, Gerusalemme e Santiago.


Si salirà alla Grotta di San Michele seguendo l'antica Via Micaelica, la strada dei pellegrini che giungevano sulle rotte della Via Francigena e poi proseguivano a sud per imbarcarsi verso Gerusalemme.Il viaggio percorre territori poco conosciuti e ricchi di testimonianze di un intreccio di tradizioni e ritrovamenti antichi, dalle necropoli degli antichi Dauni ai segni di rune incise sulle pareti del Santuario di San Michele. Le letture di Cesare Brandi lungo il cammino arricchiranno il nostro spirito. Ma senza dimenticare i sapori della gastronomia: il Gargano è famoso per le arance, la razza di mucca podolica e il suo caciocavallo, le orecchiette, le fave con la cicoria, l'olio.


Per info: Luca Gianotti



                                                                                                                                      Torna indietro Torna indietro